Si è svolto in data 27 gennaio 2021 l’incontro in remoto tra l’USR Puglia e i rappresentanti delle OO.SS. regionali dell’area dirigenziale istruzione e ricerca (SNALS, FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA, ANP, DIRIGENTISCUOLA) per discutere su:
1) comunicazioni sul FUN 2017/2018
2) retribuzione di posizione, parte variabile, dei Dirigenti scolastici neoassunti

Per quanto riguarda il primo punto all’OdG, il dott. Mario Trifiletti, per la parte pubblica, comunica che il CIR 2017/2018 sul FUN dei Dirigenti scolastici non è ancora stato registrato per via di alcuni rilievi mossi dall’Ufficio del Bilancio che riguardano alcuni calcoli errati su economie e importi di incarichi aggiuntivi dei dirigenti scolastici.
L’USR dovrà, pertanto, rivedere il CIR nel più breve tempo possibile per procedere alla sottoscrizione definitiva, condizione necessaria perché si possa procedere alla liquidazione, sia della retribuzione di posizione parte variabile per coloro che ad oggi non l’hanno ancora percepita, sia della retribuzione di risultato per l’intera platea di dirigenti scolastici, sempre relativa alla suddetta annualità.

Intanto si attendono alcune risorse aggiuntive previste dal cosiddetto Decreto rilancio (comma 3, dell’art. 230-bis del DL 19/5/2020 n. 34/2020, convertito nella legge 17 luglio 2020 n. 77/2020, con una dotazione di 13,1 milioni di euro) che dovrebbero arrivare entro la metà di febbraio.
Si tratta, però, di un fondo una tantum che non è destinato ad integrare il FUN 2017/2018, bensì alla copertura delle maggiori spese sostenute per i predetti anni scolastici, in alcune regioni, in conseguenza dell’ultrattività riconosciuta ai CIR relativi all’anno scolastico 2016/2017, in modo da evitare, per compensazione, la restituzione di somme già percepite dai dirigenti scolastici sulla base della quantificazione dei CIR 2016/17 come retribuzione di posizione parte variabile.
I 13,1 milioni di euro risultano disponibili e pronti ad essere distribuiti alle Regioni che, in esito al monitoraggio avviato dall’Amministrazione, risultano incapienti (solo 8 Regioni su 20).
Quindi è probabile che per i dirigenti scolastici della Puglia non arrivi niente, a meno che non ci sia un intervento da parte dell’USR Puglia presso il Ministero, sui criteri di distribuzione di queste risorse, come suggeriva il collega Natalicchio della FLC CGIL.
Si concorda, quindi, per il 17 febbraio una nuova convocazione per la sottoscrizione definitiva del CIR 2017/2018.

Per quanto riguarda il secondo punto all’OdG, il dott Trifiletti fa presente che risulta impossibile determinare l’esatto importo della retribuzione di posizione (parte variabile), di risultato e delle reggenze per gli anni scolastici di assunzione dei nuovi dirigenti scolastici, perché non si conosce l’entità del fondo relativa a quegli anni.
L’USR Puglia sta cercando di trovare una soluzione e scrive una lettera al Ministero dell’Istruzione, qui di seguito riportata: