Sul sito della Camera è stato pubblicato il testo unificato delle proposte di legge per la reintroduzione dell’insegnamento dell’educazione civica a scuola come materia distinta. Il testo unificato delle proposte di legge prevede l’introduzione dell’insegnamento trasversale dell’educazione civica nel primo e nel secondo ciclo di istruzione e l’avvio di iniziative di sensibilizzazione alla cittadinanza responsabile nella scuola dell’infanzia

Conseguentemente, prevede, tra l’altro, l’abrogazione dell’art. 1 del D.L. 137/2008 (L. 169/2008), che, dall’a.s. 2008/2009, ha introdotto l’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione.
Al riguardo si ricorda, preliminarmente, che l’insegnamento delle diverse discipline nelle scuole di ogni ordine e grado, precedentemente regolato da programmi didattici nazionali, è ora disciplinato dal Piano triennale dell’offerta formativa (PTOF), predisposto da ogni istituzione scolastica, il cui perno è il curricolo, che viene redatto dalle medesime istituzioni, nel rispetto degli orientamenti e dei vincoli posti dalle Indicazioni nazionali.
In particolare, il Piano dell’offerta formativa (in precedenza, predisposto ogni anno, oggi – in base a quanto disposto dalla L. 107/2015, triennalmente) è subentrato ai programmi didattici nazionali a seguito del riconoscimento dell’autonomia scolastica.
Le istituzioni scolastiche prevedono l’insegnamento dell’educazione civica nel curricolo di istituto, per un numero di ore annue non inferiore a 33 (corrispondente a 1 ora a settimana), da svolgersi nell’ambito del monte orario obbligatorio previsto dagli ordinamenti vigenti.

Il testo pubblicato sul sito della Camera


Il Sottosegretario Salvatore GIULIANO illustra il disegno di legge